logo-youtube  Facebook

Array
Home Page Settore Giovanile

Undici Regioni ancora in lizza tra finali e semifinali

tdr2013Il Torneo delle Regioni si dimostra ancora una volta la manifestazione per eccellenza che armonizza i campanili della penisola, diventando un grande romanzo sull'identità plurale di questo Paese. Ben undici le regioni ancora in corsa nelle semifinali delle categorie Juniores, Allievi, Giovanissimi e Calcio a 5 maschile nonché nelle finali del calcio a undici e a cinque femminili. La parte del leone la fa il Lazio con quattro rappresentative in corsa (Juniores, Allievi, Giovanissimi e calcio a cinque maschile), seguono a tre presenze il Veneto (Juniores, Giovanissimi e calcio a cinque maschile) e la Lombardia (Juniores, calcio a undici femminile, calcio a cinque maschile). Bene anche la Puglia (2) ma soprattutto i padroni di casa, una Sardegna che ha piazzato due Rappresentative (Allievi e calcio a cinque maschile) segno che il calore della gente ha scaldato i cuori degli atleti. Ormai ci si gioca tutto in 90' più eventuali calci di rigore. L'identità profonda dell'Italia è ben fotografata dalle sfide senza appello che propongono curiosi confronti trasversali. Il match Lazio-Veneto si srotola nelle semifinali Juniores, Giovanissimi (remake della scorsa stagione) e calcio a cinque maschile. La Lombardia con il suo vasto bacino d'utenza se la vedrà con le sorprese Puglia (Juniores) e Sardegna (calcio a 5 maschile) mentre nel femminile si ripropone la classica con il Piemonte Valle D'Aosta.

Questo il quadro generale con le sue particolarità, entrando nello specifico è interessante osservare le caratteristiche delle protagoniste di questo ultimo scorcio di torneo, quello decisivo. Le semifinali della Juniores sono completamente diverse da quelle dell'anno scorso, Puglia-Lombardia è uno scontro inedito o quasi mentre Lazio-Veneto in due hanno già vinto 13 volte questa categoria. Negli Allievi le semifinali propongono un imprevedibile derby delle isole Sardegna-Sicilia e un Lazio-Campania che regala sempre esiti pirotecnici. Nei giovanissimi Lazio-Veneto è la stessa semifinale dello scorso anno mentre i detentori del trofeo Friuli V.G. affrontano una sorprendente Umbria. Nel femminile ritorna una classica, escludendo il Veneto, Lombardia-Piemonte V.A. sono le due regioni che da sempre trainano il movimento del calcio in rosa. Nel calcio a cinque femminile la Puglia che ha centrato la seconda finale consecutiva dovrà vedersela con le Marche, la vera lieta sorpresa di questa disciplina. E siamo al calcio a cinque maschile, Sardegna-Lombardia è tutta da decifrare mentre il pluridecorato Lazio se la dovrà vedere ancora una volta con il Veneto. Il segnale più bello di questa giornata di gare

Nella giornata di partenza per le Rappresentative eliminate e di riposo per quelle qualificate, le iniziative legate al Torneo delle Regioni 2013 non si esauriscono. In programma, infatti, una bella manifestazione tesa ad esaltare l'altruismo quale valore fondamentale nel calcio giovanile: "TIM-Tutti in gol". L'altruismo inteso quale fattore fondante dello "spirito di gruppo" che può portare una squadra al raggiungimento di grandi risultati, al di là delle performance del singolo giocatore. Un valore ancora più significativo quando le squadre si formano, come nel caso delle rappresentative regionali, con giovani calciatori selezionati per l'occasione senza l'amalgama e la confidenza di un club. Per questo, LND e Telecom Italia hanno dato appuntamento alle 16:30 in piazza S. Isidoro di Sinnai per la premiazione e per una festa in musica insieme ai protagonisti della 52^ edizione del TDR.

GIOVANISSIMI - Lazio e Umbria raggiungono Veneto e Friuli Venezia Giulia, già qualificate, in semifinale. Ai laziali basta un pareggio a reti inviolate contro la temibile Calabria per passare alla fase finale della manifestazione grazie al concomitante pari dei diretti avversari del Piemonte Valle d'Aosta che non riescono a piegare il Molise. Il team allenato da mister Rossi ha giocato comunque meglio dei calabresi, ma le 4 occasioni da gol create non sono state trasformate. Quindi è stato necessario aspettare il risultato dell'altra gara del girone B, dove i piemontesi forse hanno peccato di carattere perché invece di spingere subito sull'acceleratore si sono fatti sorprendere da un grintoso Molise nei primi 15' che trova addirittura il gol del vantaggio (gol su rigore di Di Lullo). Quando entra Dughè il Piemonte Valle d'Aosta si sveglia colpendo un palo con Rosano ed andando vicino al pari in altre due circostanze. Quando arriva il gol del pareggio, proprio di Dughè, ormai è troppo tardi. Dal canto loro gli umbri hanno dominato la gara contro la Basilicata, andando in rete ben 4 volte con Donnola, Boutznar e De Iluliis (doppietta). I ragazzi di Parbuoni hanno disputato una bella partita dimostrando di avere tutti i numeri per andare avanti. Applausi comunque alla Sicilia che esce dal Torneo con una vittoria su un volenteroso Trento firmata dalle reti di Buono e Musarra. Nel girone A la Puglia rifila un poker al CPA Bolzano ed esce con onore dalla manifestazione. Troppo forti, infatti, i campioni in carica del Friuli Venezia Giulia che, pur avendo già in tasca la matematica qualificazione, non hanno lasciato nulla di intentato contro i padroni di casa, superandoli per 3-1. Nel girone D era tutto già deciso con il Veneto, oggi a risposo, che ha chiuso a punteggio pieno con 12 punti, ma non si è comunque lesinato con lo spettacolo. La Toscana ha superato la Campania di misura con il gol di Guidi, mentre l'Emilia Romagna ha vinto con le Marche al termine di una rocambolesca partita finita 5-3.

ALLIEVI - E' festa per due nella categoria Allievi: dopo Sardegna e Lazio, qualificate nella giornata di ieri, Sicilia e Campania volano in semifinale. I campani piegano la Toscana, diretta avversaria per il passaggio del turno, sfoderando una prestazione maiuscola soprattutto nel primo tempo dove trova la via del gol con due splendide perle di Viscovo e Marzano. Nella ripresa viene fuori la Toscana, complice anche l'espulsione di Migliozzi, che accorcia le distanze ma non riesce a recuperare. Nell'altra sfida del girone D, le Marche vincono 4-3 contro l'Emilia Romagna e la raggiungono in classifica all'ultimo posto a quota 4 punti. In Trento-Sicilia le due formazioni si equivalgono, ma è il carattere e la convinzione degli isolani a fare la differenza. Succede tutto nel secondo tempo, prima va in rete al 14' Bonaccorso poi il trentino Dal Fiume al 25' impatta l'incontro. L'occasione chiave però è il rigore parato da Lo Monaco a Maldonado che impedisce a Trento di portarsi in vantaggio quando il risultato era ancora bloccato sullo 0-0. Pareggiano anche Basilicata e Umbria, ma le marcature sono addirittura 4. La prima frazione termina 1-0 per gli umbri, ma è nei secondi 40' che le emozioni si rincorrono una dopo l'altra fino al definitivo 2-2 (reti di Gennari e Carletti per l'Umbria e di Natiello e Meric de Bellefon per la Basilicata). I laziali di mister Rossi non accennano a nessun calo di tensione e chiudono il girone a punteggio pieno. Anche nella sfida contro la Calabria calano un tris travolgente che porta le firme di Pennicchi, Oliva e Sandulli. Termina al secondo posto nel girone B il Piemonte Valle d'Aosta che ha superato il Molise di misura grazie al gol messo a segno da Alekksovski a tempo scaduto al termine di una gara avara di fibrillazioni particolari. Nel girone A, i friulani impongono lo stop alla già qualificata formazione sarda che ha accusato probabilmente l'appagamento dei festeggiamenti di ieri. I gol vittoria lo mette a segno Donà su rigore. Nell'altro incontro, la Puglia vince ancora, stavolta contro Bolzano, grazie alle segnature di Guglielmi, Caruso e Lo Nigro. Nonostante questo 3-0 però la Puglia dice addio alla manifestazione perché 7 punti in classifica sono troppo pochi per raggiungere la capolista Sardegna che chiude a quota 9. Gli accoppiamenti delle semifinali, Sardegna-Sicilia e Lazio-Campania sono pieni di curiosità e contenuti tecnici, infatti, erano anni che non si registravano incroci del genere.

JUNIORES - Tutto rivoluzionato rispetto alla scorsa stagione, tutte nuove le semifinaliste. La Puglia non si è distratta e con autorevolezza ha passato il turno. Ora se la vedrà con una Lombardia che ha rischiato grosso finendo a parità di punti con la Sicilia ma per la differenza reti ha staccato il biglietto per le semifinali. Il Lazio ha vinto lo scontro diretto con la Calabria raggiungendo il Veneto già qualificato con un turno di anticipo. Si profila una sfida d'alto spessore se pensiamo che laziali e veneti insieme hanno vinto in tutto tredici volte il titolo di categoria. Nel girone A la Puglia ha fatto il suo dovere vincendo agevolmente per 3-0 la gara con il CPA Bolzano. Bastava una vittoria anche di misura per passare il turno ma la squadra di Ferrante non ha voluto rischiare chiudendo il discorso qualificazione già nel primo tempo con le reti di Sciancalepore e Russo. Allo scadere del match Ricucci ha arrotondato il risultato.
Tanti rimpianti per la Sardegna che ha gettato il passaggio del turno nelle gare precedenti. In questo ultimo match il suo destino era legato al risultato della Puglia. Nonostante l'impresa impossibile i sardi hanno onorato l'impegno contro un bel Friuli V.G. . Il pareggio ha preso forma in maniera bizzarra, dopo il vantaggio friulano tre gol sono arrivati in zona Cesarini e in pieno recupero, un'ultima emozione per due squadre che hanno disputato un buon torneo.
Il bello e brutto del calcio è tutto racchiuso nella sfida Calabria-Lazio del girone B, ai calabresi bastava un pareggio per passare il turno e hanno interpretato tutta la gara in chiave difensiva. I ragazzi di Giannichedda le hanno provate tutte ma il muro degli avversari non ha mai ceduto. Quando tutto sembrava perso al 41' del secondo tempo è arrivato il classico episodio che ha deciso la partita, Pizzoleo ha fermato di mano un'azione, espulsione e calcio di punizione dal limite che Attili trasforma con freddezza. Praticamente finisce qui la gara che premia il coraggio laziale e penalizza la timidezza della Calabria. L'altra partita ha sorriso al Molise che ha approfittato delle scarse motivazioni del Piemonte V.A. andandosi a prendere la sua prima vittoria nel torneo che vale molto per l'onore dei molisani, anche questo è il Torneo delle Regioni.
La Sicilia (girone C) aveva illuso tutti nel primo tempo annichilendo il CPA Trento e andando sopra di due lunghezze dopo soli 22' grazie alle reti di Cernigliano e Bonanno. A quel punto l'obiettivo di farne quattro per superare la Lombardia nella differenza reti del raggruppamento sembrava cosa fatta invece con il passare dei minuti il pressing siciliano non portava frutti. Tanto possesso palla ma poche occasioni, solo una traversa scheggiata negli ultimi minuti, il sogno della Sicilia svanisce in modo banale. Il 2-0 finale non basta, è la Lombardia a sorridere.
Nell'altra partita del girone Basilicata e Umbria c'hanno provato ma si sono annullate a vicenda chiudendo il torneo senza vittorie. Nel girone D con il Veneto già qualificato quest'oggi si giocava per l'orgoglio. La Campania si è tolta la soddisfazione di vincere la sua seconda gara del Torneo con una rimonta effettuata a cavallo dei due tempi mentre la Toscana ha perso la concentrazione dopo i primi 45 minuti pagando anche l'espulsione di Barinini ad inizio ripresa. Stessa sorte per L'Emilia Romagna che ha chiuso il girone a sei punti superando le Marche con un gol per tempo.

LA COMUNICAZIONE - In occasione della 52ª edizione del Torneo delle Regioni, la Lega Nazionale Dilettanti conferma il grande spiegamento di forze in termini di comunicazione. Per dare ampio risalto alla manifestazione, la LND ha confermato, oltre al un puntuale aggiornamento del sito dedicato (www.lnd.it/torneodelleregioni) dove poter prendere visione delle cronache e dei tabellini delle gare quasi in tempo reale, l'appuntamento giornaliero con le clip del Torneo attraverso le immagini della trasmissione TDR Tv on line ogni sera sul player youtube e sulla pagina facebook della LND (facebook.com/LND.paginaufficiale). Inoltre gli atleti e tutti gli addetti ai lavori presenti in Sardegna avranno a disposizione un quotidiano gratuito di ben 20 pagine, distribuito negli hotel (Torneo delle Regioni News) e disponibile in formato pdf anche sul sito ufficiale. Per visualizzare i risultati delle gare sarà possibile seguire il Live Match sull'app gratuita iLnd oltre ad alcune curiosità che troveranno spazio sull'account twitter ufficiale #LegaDilettanti.

CALCIO A 11 JUNIORES

Risultati Quinta Giornata
Girone A
CPA Bolzano-Puglia 0-3
Sardegna-Friuli Venezia Giulia 2-2
Classifica: Puglia 10 punti, Friuli Venezia Giulia 7, Abruzzo 6, Sardegna 5, CPA Bolzano 0

Girone B
Piemonte Valle d'Aosta-Molise 0-2
Calabria-Lazio 0-1
Classifica: Lazio 8 punti, Calabria 7, Molise 5, Piemonte Valle D'Aosta 4, Liguria 2

Girone C
Basilicata-Umbria 1-1
CPA Trento-Sicilia 0-2
Classifica: Lombardia, Sicilia 10 punti, CPA Trento 4, Basilicata 2, Umbria 1

Girone D
Marche-Emilia Romagna 0-2
Campania-Toscana 3-1
Classifica: Veneto 10 punti, Campania 7, Emilia Romagna 6, Toscana e Marche 3

Semifinali - Così in campo venerdì 29 marzo (10:30):Puglia-Lombardia (Castiadas), Lazio-Veneto (Monastir)

CALCIO A 11 ALLIEVI

Risultati Quinta Giornata
Girone A
CPA Bolzano-Puglia 0-3
Sardegna-Friuli Venezia Giulia 0-1
Classifica: Sardegna 9 punti, Puglia, Friuli Venezia Giulia 7, Abruzzo 6, CPA Bolzano 0

Girone B

Piemonte Valle d'Aosta-Molise 1-0
Calabria-Lazio 0-3
Classifica: Lazio 12 punti, Piemonte Valle d'Aosta 7, Liguria 4, Calabria 3, Molise 1

Girone C

Basilicata-Umbria 2-2
CPA Trento-Sicilia 1-1
Classifica: Sicilia 8 punti, Lombardia e CPA Trento 7, Umbria 4, Basilicata 1

Girone D

Marche-Emilia Romagna 4-3
Campania-Toscana 2-1
Classifica: Campania 8 punti, Toscana e Veneto 6, Emilia Romagna e Marche 4

Semifinali - Così in campo venerdì 29 marzo (11:15): Sardegna-Sicilia (Ferrini), Lazio-Campania (Monte Claro)

CALCIO A 11 GIOVANISSIMI

Risultati Quinta Giornata
Girone A
CPA Bolzano-Puglia 0-4
Sardegna-Friuli Venezia Giulia 1-3
Classifica: Friuli Venezia Giulia 10 punti, Puglia 7, Abruzzo e CPA Bolzano 4, Sardegna 2

Girone B
Piemonte Valle d'Aosta-Molise 1-1
Calabria-Lazio 0-0
Classifica: Lazio 8 punti, Piemonte Valle d'Aosta 6, Calabria 5, Liguria 3, Molise 2

Girone C
Basilicata-Umbria 0-4
CPA Trento-Sicilia 0-2
Classifica: Umbria 9 punti, Lombardia 7, Sicilia e Basilicata 6, CPA Trento 1

Girone D
Marche-Emilia Romagna 3-5
Campania-Toscana 0-1
Classifica: Veneto 12 punti, Toscana 9, Emilia Romagna 6, Campania 3, Marche 0

Semifinali - Così in campo venerdì 29 marzo (9:00): Friuli VG-Umbria (Ferrini), Lazio-Veneto (Monte Claro)

 

FACILE-PEC-banner-UST-200x150

fatturazione-elettronica-echo-sistemi

tkssponsors

Condividi articoli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito